7 sorprendenti benefici per la salute del camminare

34

È noto che camminare ti aiuta a schiarirti le idee, a calmare i tuoi pensieri e a calmarti. Può persino sciogliere le cosce e ravvivare il sedere. I benefici del camminare sembrano così ovvi che raramente vengono discussi. Lunghe passeggiate accelerano il battito cardiaco, facendo circolare più sangue e ossigeno ai muscoli e agli organi, compreso il cervello.

Non richiede molta forza fisica ed è probabilmente il più naturale degli esercizi umani. In effetti, siamo benedetti con un fisico che quasi implora di essere usato per questo scopo. Una camminata di 40 minuti e due miglia ridurrà la metà di quei passi e le attività quotidiane di solito possono accumulare l’altra metà.

Ecco perché dovremmo fare quei passi in più e rendere la camminata parte del tuo stile di vita sano:

Riduce moderatamente il grasso corporeo

Camminare spesso aiuterà chiunque a perdere un po’ di grasso corporeo. Alcuni potrebbero dire che camminare è la forma più semplice di esercizio. Ma non è affatto vero. Camminare richiede una velocità abbastanza elevata e, in secondo luogo, può effettivamente aiutarti a perdere peso.

Tonifica gambe, glutei e addominali

Le passeggiate regolari offrono una buona forma a polpacci, quadricipiti e muscoli posteriori della coscia mentre si sollevano i glutei (muscoli del sedere) con una buona. Aggiungi la camminata in collina al mix ed è ancora più efficace. Prestare attenzione alla postura aiuterà anche a tonificare addominali e girovita.

Aiuta a prevenire la demenza

Le persone anziane che camminano per sei miglia o più ogni settimana hanno maggiori probabilità di evitare il restringimento del cervello e aiutano a preservare la memoria con il passare degli anni. Poiché la demenza colpisce una persona su 14 sopra i 65 anni e una su sei sopra gli 80 anni, camminare è un’ottima idea per combatterla.

Previene il diabete

Un nuovo studio suggerisce che la camminata veloce offre una significativa riduzione del rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. La resistenza all’insulina è un fattore predittivo di questa malattia, anche nelle persone con normali livelli di glucosio. Ma un recente studio britannico ha scoperto che le persone con una storia familiare della malattia che camminavano a passo svelto o eseguivano un altro tipo di attività da moderata a vigorosa su base routinaria, miglioravano la sensibilità all’insulina.

Risparmia denaro speso in palestra

Molte persone stanno pensando di tagliare i loro abbonamenti in palestra. Una buona alternativa alle visite in palestra e all’utilizzo delle attrezzature da palestra è camminare, a lungo e a passo svelto. C’è sempre un posto dove puoi battere il marciapiede o percorrere un sentiero e 150 minuti di camminata a intensità moderata a settimana possono aiutare a gestire lo stress e prevenire le malattie cardiache. Una camminata moderata equivale a una media di circa 100 passi al minuto.

Aumenta la memoria

Uno studio ha mostrato che 40 minuti consecutivi tre volte a settimana potrebbero aumentare il volume del campus degli ippopotami del due percento, il che è abbastanza significativo. Camminate veloci e regolari possono rallentare il restringimento del cervello e le capacità mentali vacillanti che spesso portano la vecchiaia.

Controlla l’abitudine al consumo di stress

Camminare è uno dei modi migliori per allontanarsi dall’abitudine alimentare stressante. Il modo migliore per sconfiggere un disturbo alimentare da stress è meditare, dormire bene e fare circa 10.000 passi al giorno. Gli esperti ritengono che mangiare sotto stress sia più spesso un sintomo di un problema emotivo o psicologico. Camminare rilascia endorfine nel tuo sistema e inverte i livelli di cortisolo nel tuo corpo, aiutandoti a frenare lo stress da mangiare.

Allora, cosa stai aspettando? Fai delle lunghe passeggiate un inizio per rimetterti in forma e in salute.